Come avviare un blog per guadagnare denaro e che aggiunga del valore

https://www.clevergirlfinance.com/blog/side-hustle-idea-how-to-start-a-blog-and-increase-your-income/

 

 

Come avviare un blog per guadagnare denaro e che aggiunga del valore

Di Bola Sokubi.

Aggiornato il 13 aprile 2020

 

Stai svolgendo un lavoro dalle 9 alle 17 o, forse, ti stai barcamenando tra un lavoro e l’altro, o sei ancora a scuola e vuoi intraprendere un’attività alternativa che sia semplice da avviare, che possa essere gestita facilmente e, cosa più importante, che ti faccia guadagnare più soldi.

Ci sono moltissime fantastiche idee di business, in giro, e l’avviare un tuo blog, in cui condividi le tue competenze e offri valore al tuo pubblico, è una di queste che, se fatta nel modo giusto, potrà diventare un modo molto redditizio per guadagnare più soldi.

Ma come faccio a saperlo?

Bene, ora sei qui a leggere il mio blog, che mi fa guadagnare migliaia di dollari al mese. Questo blog non solo mi aiuta a condividere la mia esperienza quale esperta in denaro, ma mi aiuta anche a sensibilizzare il mio marchio, aumenta il mio pubblico e mi dà l’opportunità di lavorare con alcune fantastiche marche e di provare alcuni prodotti fantastici. Inoltre, in base al contenuto che ho creato qui, vengo anche pagata per scrivere per molti altri punti-vendita, i quali contribuiscono tutti ai miei guadagni.

E qual è la parte migliore di tutto ciò? Puoi farlo anche tu, con un po’ di tempo e di impegno.

In questo post del blog, condividerò gli strumenti e le risorse che utilizzo, nonché i consigli e le strategie (tutti basati sulla mia esperienza personale) che mi hanno permesso di far crescere questo blog e di ricavarne migliaia di dollari ogni mese.

** Voglio informarti che questo è un post lungo; quindi, se necessario, aggiungilo ai segnalibri, per poter tornare a leggerlo, in riferimento a come hai completato ciascun passaggio.

 

In primis, è abbastanza facile avviare un blog

Non lasciarti ingannare dai fantasiosi siti web che vedi online. È abbastanza facile avviare un blog, purché tu sia disposto a passare del tempo a configurarlo nel modo giusto; e io ti guiderò attraverso questo. L’avvio di un blog consiste in alcuni passi-chiave che devi fare, tra cui:

  • 1: Decidi un argomento o un settore di nicchia (ti suggerirò alcuni di quelli più popolari);
  • 2: Scegli un nome di dominio e ottieni l’hosting;
  • 3: Imposta il tuo sito web;
  • 4: Inizia a creare contenuti di valore (che condividerai!);
  • 5: Monetizza il tuo blog.

 

Avrai anche bisogno di strumenti e risorse specifici, che ti aiuteranno a iniziare nel modo giusto. Citerò quelli che si applicano ai diversi passaggi, mentre continuerai la lettura; ma, per fornirti una panoramica, avrai bisogno di:

  1. Un host per il tuo sito;
  2. Un blog effettivo e un modello;
  3. Delle foto di riserva e una risorsa di progettazione;
  4. Una piattaforma di email marketing, per interagire col tuo pubblico;
  5. Degli strumenti di condivisione dei contenuti sui social.

Non dimenticare che, se la tua intenzione è quella di trasformare il tuo blog in un’attività economica, dovrai assicurarti di impostare correttamente la tua attività.

 

Passaggio 1: Decidi un argomento o un settore di nicchia

Prima di dedicare il tuo prezioso tempo (e il tuo denaro) alla creazione del tuo blog, devi decidere quale sarà l’argomento o il settore. Dovrai individuare di cosa scriverai e quale sarà il tuo pubblico ideale. Questo è un passaggio davvero cruciale.

Se il tuo blog ha un tema, attirerai un pubblico interessato a conoscere l’argomento specifico di cui scrivi.

Se scrivi su un milione di argomenti diversi e completamente avulsi, sarà difficile convincere il tuo pubblico a restare. Perché? Beh, semplicemente, la gente non sarà interessata a tutte le diverse cose che stai condividendo.

Ad esempio, io scrivo su argomenti di finanza personale e aziendale per le donne – questo è il mio obiettivo.

A volte, scrivo anche articoli di moda, bellezza o relazioni, ma li tratto dal punto di vista del rapporto con il denaro. Capisci cosa intendo?

Alcune delle nicchie di blog più popolari includono:

  • Salute e benessere, ad esempio fitness, sana alimentazione;
  • Cibo, ad esempio cucina, gastronomia;
  • Bellezza e stile, ad esempio moda, capelli;
  • Miglioramento personale, ad esempio finanza personale, gestione di un’azienda.

Qualunque sia la tua nicchia, dovrai essere sicuro che i tuoi contenuti aiutino il tuo pubblico a risolvere i loro problemi: si tratta solo di aggiungere del valore, per farlo tornare.

 

Passaggio 2: Scegli un nome di dominio, ottieni l’hosting

Questo sarà il nome del tuo blog; quindi, sceglilo con saggezza. Dopo aver deciso il nome del tuo blog, assicurati di effettuare una ricerca per nome di dominio, per assicurarti che il nome scelto non sia già utilizzato. Ad esempio, cerca YOURBLOGNAME.com. Ho scelto un nome per il blog (Clever Girl Finance) che rendesse immediatamente ovvio il contenuto dei miei post e il loro scopo. Tuttavia, non vi sono regole, per trovare il nome del tuo blog.

Nel corso del tempo, il nome del tuo blog diverrà sinonimo del contenuto che crei; assicùrati solo che ti piaccia il nome che scegli. Non dovrebbe costarti troppo l’acquisto del solo nome di dominio (senza l’hosting) e, una volta trovato il nome che ti piace, ti consiglio di acquistarlo. Non posso dirti quante volte ho pensato a un nome del dominio, l’ho cercato, ho visto che era disponibile e poi ho procrastinato. Quando poi ho provato ad acquistarlo, era già stato preso. Il mio consiglio è di acquistarlo immediatamente e conservarlo, fino a quando non sarai pronto ad usarlo.

Dopo aver acquistato il tuo nome di dominio, avrai bisogno di un hosting. L’hosting è essenzialmente la sede del tuo blog e dei suoi contenuti. Il mio consiglio su dove acquistare il tuo dominio (e l’hosting) è BlueHost.

Sono una grande fan di BlueHost, perché i loro prezzi sono convenienti (sul serio, partono da $ 3,95 al mese per un nome di dominio gratuito + l’hosting), hanno un supporto clienti 24/7 e una garanzia di rimborso.

Inoltre, conosco moltissimi altri blogger con siti enormi, che li usano e li adorano senza lamentele.

(Nota: il nostro link Bluehost è un link di affiliazione, per il quale riceviamo una commissione se ti registri.

Tuttavia, li consigliamo solo perché amiamo il loro servizio!)

 

Passaggio 3: Configura il tuo sito web

Dopo esserti liberato dal problema del nome del tuo dominio e dell’hosting, è il momento di impostare il tuo blog. Ecco un paio di opzioni:

Opzione 1: Puoi installare il tuo blog direttamente su BlueHost, usando WordPress. Questa è la più popolare piattaforma dei blog, grazie alla sua grande capacità SEO e alla facilità del suo utilizzo. Inoltre, dato che moltissime persone sono su WordPress (circa il 25% dei blog del mondo – wow!), ci sono anche molte risorse disponibili per aiutarti. BlueHost ha un tutorial su come configurarlo ed è molto semplice: tutto ciò che devi fare è seguire le istruzioni. Dopo aver impostato WordPress, può iniziare il divertimento: selezionare il tema e il design del blog!

Opzione 2: puoi acquistare il nome del tuo dominio e, poi, ospitare altrove il tuo blog: ci sono alcune eccellenti alternative, tra cui Squarespace. Personalmente, ho usato e amato Squarespace per diversi anni, per diversi siti Web di mia proprietà, che si sono evoluti enormemente negli ultimi anni.

Se hai scelto di utilizzare questa piattaforma, loro ti forniranno l’hosting; quindi, tutto ciò che dovrai fare sarà acquistare il nome del tuo dominio e collegarlo al tuo sito Squarespace. Anche questo è molto facile da fare: loro hanno un ottimo tutorial qui.

 

Passaggio 4: Inizia a creare dei contenuti di valore sul tuo blog

Ok, quindi il tuo blog è pronto per partire. Ora, è qui che dovrai impegnarti per creare i tuoi contenuti. Ciò ti aiuterà a far crescere il tuo pubblico, a migliorare le tue classifiche web e ad avvicinarti a trasformare il tuo blog in un’attività redditizia. Come ho già detto, la creazione dei contenuti mi ha aiutato a lavorare con i marchi, ad aumentare il mio pubblico, ad essere pagata per scrivere per altri punti-vendita ed altro ancora.

È una buona idea quella di creare un calendario dei contenuti o di pianificare ogni mese ciò di cui scriverai e la frequenza dei post (giornaliera, bisettimanale, settimanale, etc.). Questo non solo ti aiuterà a rimanere in pista mentre crei contenuti, ma ti assicurerà anche di non restare senza idee su cosa parlare nel tuo blog.

Passa un po’ di tempo a guardare il tipo di contenuti che stanno creando i grandi blogger nel tuo settore, per aiutarti a trarre ispirazione. Io uso uno strumento gratuito, che si chiama Asana, per pianificare il mio calendario dei contenuti e gli argomenti dei post del mio blog. Ciò mi tiene organizzata e mi permette di impostare dei pro-memoria per me stessa, in modo da non perdere le scadenze per la creazione dei contenuti: è davvero fantastico.

Inoltre, vorrai migliorare i tuoi contenuti con foto e grafica, per renderli più accattivanti e più facili da digerire, in ragione degli argomenti che crei. Per le foto d’archivio, adoro pixabay, che ha immagini gratuite e ha una selezione davvero ampia. E, per quanto concerne le mie esigenze di progettazione e grafica – che non ho bisogno di esternalizzare, utilizzo la versione a pagamento di Canva, poiché gestisco un team, ma ho iniziato con la loro versione gratuita, che è altrettanto eccellente.

 

Alcuni altri suggerimenti sulla creazione di contenuti: il correttore ortografico è il tuo amico (e anche il mio).

Assicurati anche di spezzare lunghi paragrafi, di usare ‘proiettili’ e creare intestazioni interessanti e facili da leggere, in base al tuo argomento, etc. Un blog visivamente accattivante, ben scritto e ben organizzato non è solo attraente, ma farà anche desiderare alle persone di condividere; e questo è esattamente ciò che vuoi!

 

Altre cose fondamentali da fare, mentre crei contenuti di valore per il tuo blog

Crea la tua lista e-mail

Ecco il tuo elenco di abbonati! Queste sono le persone che si iscriveranno, per ricevere e-mail da te, perché sono interessate al tuo blog. Il motivo per cui vuoi creare un elenco è che in realtà ‘possiedi’ questo pubblico e puoi comunicare direttamente con loro tramite e-mail. Anche se le persone ti seguono sui social media, tu non ‘possiedi’ quei follower.

Ciò significa che se, ad esempio, Instagram oggi non funziona, i tuoi follower saranno perduti. Aumentare anche il tuo elenco di abbonati significa che puoi far sapere loro quando lancerai prodotti o servizi. Una volta avviata la mailing list, potrai trasformare una percentuale dei tuoi abbonati in effettivi clienti paganti.

Puoi incoraggiare le persone a iscriversi al tuo elenco, fornendo loro un omaggio, come una lista di controllo o un mini eBook. Inoltre, assicurati di posizionare il pulsante ‘Iscriviti’ in aree visibili del tuo blog.

Per ospitare il mio elenco, utilizzo una piattaforma chiamata ConvertKit, che adoro per la sua robustezza, quando si tratta di taggare il mio pubblico in categorie, in base ai loro interessi, di inviare e-mail automatiche di benvenuto o i loro moduli di iscrizione – facili da configurare – che ho incorporato in tutto il mio blog (ne vedrai uno alla fine di questo post – spero che tu ti iscriva!), e molto altro.

Ho iniziato a utilizzare MailChimp ma, man mano che la mia lista di posta elettronica cresceva, ho trovato un po’ difficile classificare il mio pubblico come volevo, e MailChimp si stava rivelando molto costoso. Pur avendo MailChimp molte funzionalità che adoro, ConvertKit funziona molto meglio per le mie esigenze di blogger, ed è anche più conveniente.

Promuovi ovunque i tuoi contenuti

Mentre stai creando contenuti, vuoi assicurarti che le persone li leggano e che il tuo blog venga notato; quindi, non aver paura di condividerlo in lungo e in largo. Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, etc. sono solo alcuni dei siti di social media in cui puoi iniziare a promuovere i tuoi contenuti. Ehi, puoi persino iniziare con amici e parenti!

Però, per non essere sopraffatto, scegli una o due piattaforme da cui iniziare. Dedica un po’ di tempo, una volta alla settimana, e pianifica i tuoi contenuti per la condivisione.

Io uso Later (in particolare per il mio Instagram) e SmarterQueue (per Facebook, Twitter, LinkedIn, etc.), e li adoro entrambi.

 

Passaggio 5: Monetizza il tuo blog

Qui è il punto in cui tutto il tuo duro lavoro pagherà – monetizzare il tuo blog! E ci sono molti modi per farlo.

Puoi:

• Creare prodotti digitali, come eBook, webinar e fogli di lavoro;

• Vendere prodotti fisici – a seconda della tua nicchia, le opzioni sono infinite;

• Sviluppare un corso e/o offrire un coaching basato sui contenuti che condividi e sui problemi dei tuoi lettori, che aiuti a risolvere;

• Diventare un affiliato e condividere i prodotti che ami e che usi;

• Avere pubblicità sul tuo blog;

• Sviluppare l’autorità del marchio attraverso i tuoi contenuti, che inviteranno la collaborazione dei marchi e attireranno altre opportunità.

Inizia con una di queste strade e, poi, aggiungine altre col passar del tempo. Questi flussi combinati possono creare un blog (e un’attività) altamente conveniente per te.

Ottieni più traffico sul tuo blog

Una cosa che voglio davvero sottolineare, per quando si tratta di costruire un blog redditizio, è che non puoi crearlo e aspettarti che le persone vi si affollino a frotte. Semplicemente, non funziona così. Dovrai attirare in modo proattivo il tuo pubblico, per ottenere traffico, e questo include la condivisione dei tuoi contenuti ovunque. Alcuni dei miei modi preferiti per condividere i miei contenuti sono tramite Instagram, Facebook, Pinterest, sul mio podcast e sul mio canale YouTube.

Tieni presente che ho iniziato a utilizzare il podcast e a creare dei video solo dopo aver concepito la mia idea principale, quella di avere un blog. Incoraggio anche il mio pubblico a condividere i miei contenuti che hanno trovato più preziosi, come questo post sul blog.

 

Sii paziente

Una volta creato un blog, la sua scalata può richiedere del tempo; ma, se sei coerente, ne trarrai beneficio.

Man mano che la tua raccolta di contenuti e il tuo pubblico crescono, aumenteranno anche le opportunità di monetizzare il tuo blog. Vi sono molte possibilità per rendere estremamente redditizio il tuo blog. Ad esempio, maggiori entrate pubblicitarie, opportunità di lavorare con i marchi, recensioni di prodotti o persino la creazione di prodotti personalizzati. Tuttavia, tieni presente che l’elemento fondamentale del tuo blog è innanzitutto la qualità dei contenuti.

Questi sono i miei suggerimenti per l’avvio di un blog: spero che siano utili e che tu sia motivato a costruire un blog redditizio, che aumenti le tue entrate!

 

A proposito di Bola

Bola Sokunbi

è la fondatrice di Clever Girl Finance ed è appassionata nell’aiutare le donne ad assumere il controllo dei loro soldi, in modo che possano vivere la propria vita alle proprie condizioni.

 

 

Condividi questo elemento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!