Gli scienziati affermano che 36 è il numero più probabile di civiltà aliene contattabili

https://www.theguardian.com/science/2020/jun/15/scientists-say-most-likely-number-of-contactable-alien-civilisations-is-36

 

Gli scienziati affermano che 36 è il numero più probabile di civiltà aliene contattabili

 

Nuovi calcoli forniscono stime su dei mondi, in grado di comunicare con gli altri

Nicola Davis

@NicolaKSDavis

Lun 15 giu 2020 – 12.58 BST – Ultima modifica: lun 15 giu 2020 13.49 BST

Stiamo ascoltando… ma c’è qualcosa, là fuori? Fotografia: Wim Wiskerke/Alamy

 

Potrebbero non essere dei piccoli omini verdi. Potrebbero non arrivare in un’immensa astronave.

Tuttavia, secondo i nuovi calcoli, oggi potrebbero esservi più di 30 civiltà intelligenti, nella nostra galassia, in grado di comunicare con gli altri.

Gli esperti affermano che questo lavoro non offre soltanto spunti sulle possibilità di vita al di fuori della Terra, ma potrebbe anche far luce sul nostro futuro e sulla nostra collocazione nel cosmo.

“Penso che sia estremamente importante ed eccitante, poiché – per la prima volta – abbiamo davvero una stima del numero di queste civiltà attive, intelligenti e comunicanti, che potremmo eventualmente contattare, e potremmo scoprire che c’è altra vita nell’universo – una questione che c’è stata per migliaia di anni e che non ha ancora ricevuto risposta”, ha affermato Christopher Conselice, professore di astrofisica all’Università di Nottingham e coautore della ricerca.

Nel 1961, l’astronomo Frank Drake propose quella che divenne nota come l’equazione di Drake, definendo sette fattori che avrebbero dovuto essere conosciuti, al fine di fornire una stima del numero di civiltà intelligenti là fuori. Questi fattori andavano dal numero medio di stelle che si formano ogni anno nella galassia, fino al periodo in cui ci si aspetterebbe che una civiltà invii segnali rilevabili. Ma alcuni di questi fattori sono misurabili”.

Le stime dell’equazione di Drake sono andate da zero a qualche miliardo [di civiltà] – ciò è più simile a uno strumento in grado di pensare alle domande da fare, piuttosto che a qualcosa che è stato effettivamente risolto”, ha affermato Conselice.

Ora, Conselice e colleghi riportano nell’Astrophysical Journal il modo con cui hanno perfezionato l’equazione con nuovi dati e nuove ipotesi, per elaborare le loro stime.

“Fondamentalmente, abbiamo ipotizzato che si sia formata una vita intelligente su altri pianeti [simili alla Terra], così come è successo sulla Terra; quindi, nell’arco di pochi miliardi di anni, la vita si sarebbe formata automaticamente come parte naturale dell’evoluzione”, ha detto Conselice.

L’assunto, noto come Principio Astrobiologico Copernicano, è giusto, in quanto è noto che qualsiasi cosa, dalle reazioni chimiche alle formazioni stellari, si verifica se le condizioni sono giuste, ha detto.

“[Se la vita intelligente si forma] in modo scientifico – e non solo in modo casuale o davvero unico, allora ti aspetteresti di trovare tante civiltà, all’interno della nostra galassia”, ha detto, aggiungendo che, sebbene si tratti di una teoria speculativa, egli crede che la vita aliena avrebbe delle somiglianze nell’aspetto della vita sulla Terra. “Non saremmo così scioccati, se dovessimo vederli”, ha detto.

Sotto la più rigorosa serie di presupposti – dove, come sulla Terra, comparvero delle forme di vita tra 4,5 e 5,5 miliardi di anni dopo la formazione delle stelle – ci sono probabilmente tra le quattro e le 211 civiltà nella Via Lattea, che oggi sono in grado di comunicare con le altre, di cui 36 sono le più probabili. Ma Conselice ha osservato che la stima di questa cifra è conservativa, in quanto tra l’altro essa si basa sui tempi in cui la nostra stessa civiltà ha inviato segnali nello spazio – un periodo di appena 100 anni, finora.

Il team aggiunge che la nostra civiltà dovrebbe sopravvivere almeno per altri 6.120 anni, per la comunicazione bidirezionale. “Sarebbero abbastanza lontani … 17.000 anni luce è il nostro calcolo, per la civiltà più vicina”, ha detto Conselice. “Se trovassimo degli elementi più vicini… ciò significherebbe che la durata della vita delle civiltà [comunicanti] può durare per più di cento anni o di poche centinaia di anni; vale a dire che una civiltà intelligente può durare per migliaia o milioni di anni. Più ci avviciniamo ad esse, migliore sembrerà la sopravvivenza a lungo termine della nostra stessa civiltà”. Il dottor Oliver Shorttle, un esperto di pianeti extrasolari presso l’Università di Cambridge, che non era coinvolto nella ricerca, ha affermato che, per fare tali stime, occorre prendere in considerazione diversi fattori ancora poco conosciuti, tra cui l’inizio della vita sulla Terra e il numero di pianeti – considerati abitabili – simili alla Terra, che potrebbero effettivamente permettere la vita.

La dott.ssa Patricia Sanchez-Baracaldo, presso l’Università di Bristol, esperta sulle modalità tramite cui la Terra diventò abitabile, è stata più ottimista, nonostante abbia sottolineato che furono necessari molti sviluppi sulla Terra, affinché esistessero condizioni di vita complesse, inclusa la fotosintesi. “Ma sì, se ci siamo evoluti in questo pianeta, è possibile che la vita intelligente si sia evoluta in un’altra parte dell’universo”, ha detto.

Il professor Andrew Coates, del Mullard Space Science Laboratory presso lo University College di Londra, ha affermato che le ipotesi formulate da Conselice e colleghi erano ragionevoli, ma che la ricerca della vita probabilmente si sarebbe effettuata più vicina a casa, per ora.

“[La nuova stima] è un risultato interessante, ma che sarà impossibile testare utilizzando le tecniche attuali”, ha detto. “Nel frattempo, la ricerca sul fatto che siamo soli nell’universo includerà la visita di probabili oggetti all’interno del nostro sistema solare, ad esempio tramite il nostro rover Rosalind Franklin Exomars 2022 su Marte, e con future missioni su Europa, Enceladus e Titano [lune di Giove e Saturno]. È un momento affascinante, nella ricerca della vita in altri luoghi”.

 

 

Condividi questo elemento
error: Content is protected !!